Materie Plastiche, Storia dello Stampaggio Rotazionale: dai Primi Impianti di Dosaggio all’Evoluzione Informatica

Perché progettare un impianto di dosaggio?

“Con questo sistema abbiamo facilitato il caricamento di queste macchine rendendole più automatiche. Prima era difficoltoso, invece così abbiamo reso molto più semplice e veloce il lavoro”. 

Come è arrivato a progettare tali impianti?

“Grazie al diploma in tecnico industrie meccaniche e all’esperienza maturata lavorando nel settore di macchine e impianti per materie plastiche, in qualità di progettista (ho progettato questo impianti mentre lavoravo presso le officine meccaniche Caccia di Samarate), sono riuscito a capire le varie esigenze e problematiche da risolvere e ho quindi trovato il modo tecnico per risolverle, avendo in precedenza già progettato impianti dosaggio granuli per estrusione e presse iniezione”.

primo-impianto-dosaggio

Cos’è cambiato dopo questa presentazione?

“Negli anni tantissimi clienti hanno montato queste attrezzature e sono state fatte diverse grandezze, fino ad arrivare a dosare il materiale sia negli stampi piccoli, sia nei grandi serbatoi”.

Guarda il video del gruppo di dosaggio per materiale plastico e additivo 

Come si è evoluta da allora la progettazione degli impianti di dosaggio?

“In questi anni il dosaggio si è sviluppato solo sotto un profilo di elettronica, a livello digitale ed informatico, sviluppo che ho potuto seguire e seguo ancora tramite la Eurotec Impianti. A livello strutturale e meccanico, invece, non si è potuto fare molto di più in quanto la meccanica non ha avuto lo stesso passo dell’elettronica.

I primi gruppi di dosaggio rilevavano soltanto la pesata, poi abbiamo potuto interfacciare questi impianti con dei software per la gestione della produzione in collaborazione con aziende leader del settore. All’arrivo dell’ordine la produzione carica il codice del prodotto e, in funzione di questo, parte in automatico la sequenza per arrivare alla formulazione del materiale, il dosaggio e il trasporto e all’iniezione del materiale all’interno dello stampo.

Successivamente, in questi anni abbiamo sviluppato altri sistemi informatici che hanno potuto anche codificare il materiale stesso al magazzino. Siamo partiti dalla risoluzione di un problema di dosaggio e abbiamo investito il settore dello stampaggio rotazionale con un software a 360 gradi per la gestione del materiale.

Nell’arco di questi anni, ad esempio, ho anche progettato degli impianti di dosaggio singoli a bordo macchina per piccole pesate. Qui, la confezione del materiale che deve essere dosato è direttamente imbustato oppure messo in piccoli secchielli per essere pronto nella fase di dosaggio per l’operatore”. 

Cosa ne pensi? Contattaci per farci sapere la tua esperienza, pubblicheremo la tua storia!
facebook 32 Seguici su Facebook per non perderti le prossime storie!

I primi schemi di impianti di dosaggio realizzati

schema-impianto-dosaggio2