Materie plastiche, storia dello stampaggio rotazionale

MATERIE PLASTICHE, STORIA DELLO STAMPAGGIO ROTAZIONALE: DAI PRIMI IMPIANTI DI DOSAGGIO ALL’EVOLUZIONE INFORMATICA

Intervista a Aurelio Colombo, direttore tecnico di Eurotec Impianti srl. Nel 1989, a Vienna, in occasione di un meeting internazionale di settore, presenta uno tra i primi impianti di dosaggio per polveri di polietilene per il carico degli stampi sulle macchine rotazionali.

aurelio-colombo

Come si presentava il prototipo?

“Il primo prototipo consisteva nel carico del materiale in una versa sacchi che caricava i silos di stoccaggio. Il materiale stoccato veniva successivamente trasportato sottovuoto mediante delle pompe vuoto a un gruppo di dosaggio gravimetrico o volumetrico posizionato sopra agli stampi. Questo gruppo di dosaggio era composto da gruppi di alimentazione sottovuoto, tramogge, gruppi di dosaggio a vite montati su celle di carico che permettevano all’operatore, dopo aver impostato un peso predefinito di avere la pesata direttamente nello stampo stesso. Questi gruppi erano multistazione al fine di avere diversi colori pronti al dosaggio”.

Pagina 2 di 2